ALBERO DEI TULIPANI  ( Liriodendron tulipifera )

Sinonimi: Provenienza: Canada e Stati Uniti orientali – Famiglia:  Magnoliaceae

Esemplari a Bollate: Giardino dei Giusti, via Madonna Speranza

Albero deciduo di prima grandezza della famiglia delle Magnoliaceae che presenta un portamento colonnare, tronco eretto e può superare i 30 m di altezza. Si riconosce facilmente per le tipiche foglie e per i fiori. La corteccia è grigio-verde da giovane e assume con l’etа un aspetto rugoso e fessurato.

Foglie: inconfondibili per la forma molto originale grossolanamente quadrata con l’apice tronco (simile a foglia di platano tagliata da una forbice). In primavera ed estate hanno un colore verde tenue, più scuro sulla pagina superiore, mentre in autunno assumono una colorazione giallo-oro intensa.

Fiori:  compaiono da fine maggio a luglio, sono di colore verde-giallo, lunghi circa 5 centimetri a forma di coppa, simili a tulipani, da cui deriva il nome albero dei tulipani.

Frutti:  sono secchi, lunghi 6-7 cm che si sfaldano progressivamente a maturazione e assomigliano  ricordano delle piccole pigne.

Utilizzo/Particolarità : importato in Europa nel 1700, è molto coltivato ed apprezzato in parchi, viali e giardini cittadini per il particolare aspetto delle foglie, dei fiori e del colore autunnale.
Il legno dell’albero dei tulipani era usato dai nativi americani per fabbricare canoe.

L’esemplare Monumentale situato nel parco di Villa Besana a Sirtori (Lecco) è uno tra i 10 alberi più alti d’Italia raggiungendo i 52 metri d’altezza.

 

Per saperne di più: Wikipedia

MAGNOLIA   (Magnolia grandiflora)

Provenienza: America Settentrionale — Famiglia: Magnoliaceae

Esemplari a Bollate: Parco Centrale, piazza della Chiesa

La magnolia è un albero sempreverde, maestoso, a lento accrescimento, che può raggiungere i 37 metri di altezza. Si presenta con una chioma piuttosto ampia, a forma di cono, di 5-8 metri di diametro; il tronco è diritto, con la corteccia grigio scura o marrone chiara, ruvida e spessa, e può raggiungere 1,5 m di circonferenza.

Le foglie sono persistenti, alterne, con margine intero, lunghe 10-20 cm; la lamina è coriacea, di forma ellittica o obovata, verde scura e lucida superiormente, ferruginosa nella pagina inferiore.

I fiori  sono grandi  (15-25 cm di Ø), solitari che spiccano fra il fogliame lucente; sono molto profumati, di colore bianco-crema e di consistenza cerosa. Si presentano da maggio a luglio.

Il frutto è a forma di pigna, di 7-10 cm, contenente semi rossastri che si liberano a maturazione.
Originaria delle regioni atlantiche degli Stati Uniti e del Golfo dei Messico, fu introdotta in Europa agli inizi del XVIII secolo; il nome ricorda Pierre Magnol (1638-1715), direttore dei Giardino Botanico di Montpellier.

Le Magnoliaceae sono considerate dai botanici piante ‘primitive’ in quanto sono una famiglia molto antica e probabilmente appartengono alle prime Angiosperme apparse sulla Terra.

Utilizzo/Particolarità:  è  coltivata in parchi e giardini per la sua bellezza e per la resistenza all’inquinamento atmosferico. L’industria cosmetica utilizza le proprietà fragranti dei fiori nella fabbricazione di profumi e oli. Il legno chiaro viene utilizzato in falegnameria, perché facile da lavorare e durevole.

Per saperne di più: Acta PlantarumWikipedia

MAGNOLIA A FOGLIE CADUCHE  (Magnolia x soulangeana)

Provenienza: Asiatica: ibridazione di due specie: M. liliflora e M. heptapeta — Famiglia: Magnoliaceae

Esemplari a Bollate: Parco Centrale M.L.King, piazza della Chiesa

È un arbusto o alberello deciduo che raggiunge i 6 m di altezza.

Le foglie sono caduche, obovate o ellittiche, con margine intero, di colore verde chiaro; compaiono dopo la fioritura.

Fiorisce tra marzo e aprile; i fiori sono grandi e precoci, nascono su rami ancora spogli,  di colore variabile dal bianco, al rosa, fino al viola. Dai fiori non si sviluppa alcun frutto poiché questa pianta è un ibrido creato nell’Ottocento, incrociando due varietà cinesi nel giardino botanico di Soulange Bodin.
Sono apprezzate soprattutto come ornamento di parchi e giardini, per la bella, precoce fioritura.

Per saperne di più: Wikipedia

Ultimo agg.: 03 Ott 2021

Famiglia delle Magnoliaceae